Elisabetta D'Agata - Psicologa

Scoliosi e adolescenza

Secondo la psicologia

L’adolescenza è un periodo di grandi trasformazioni a livello osseo, ormonale e sessuale, motivo per cui le scoliosi più comuni si sviluppano proprio in questo tempo. Ma l’adolescenza è anche un periodo di incredibili potenzialità e caratterizzata da una naturale vitalità, interesse verso le interazioni sociali, originale creatività e ricerca della novità. Queste caratteristiche sono strettamente legate ai cambiamenti che subisce il cervello. Dalle neuroscienze sappiamo che in quest’età il cervello sperimenta un’intensa trasformazione pur essendo ancora immaturo. In una societá basata sull’immagine, e in un periodo della vita cosí delicato, la scoliosi e i trattamenti relativi possono generare stress a livello psicologico e avere un certo impatto sulla nuova percezione del corpo, sull’autostima, sulle relazioni sociali, etc

La scoliosi può avere un impatto emozionale importante, attivando una serie di emozioni difficili da gestire.

Che fare?

Oggi sempre piú ci si rende conto dell’importanza di un supporto emozionale nei confronti dei ragazzi che intraprendono questo tipo di trattamento. Un intervento breve e a tempo può contribuire a sviluppare strategie per affrontare in modo efficace la situazione, fornendo sostegno, insegnando strategie di coping e promuovendo un atteggiamento positivo nei confronti del proprio corpo

Affrontare la scoliosi con resilienza

Una gestione in positivo

Un percorso di accompagnamento rivolto agli adolescenti con scoliosi e/o corsetto puó aiutarli a gestire in modo positivo pensieri, emozioni, relazioni

Attenzione allo stress

Un ambiente favorevole e un supporto adeguato possono favorire una crescita sana in questo periodo delicato, mentre uno stress prolungato deve essere considerato con attenzione.

Prevenire è meglio che curare

Uno stress infatti non è un disturbo ma una sfida che se mal risolta può portare a un disturbo.

Contattami

per qualsiasi informazione...