Elisabetta D'Agata - Psicologa

Scoliosi e adolescenza

Concentrarsi è molto piú opportuno che distrarsi (Jon Kabat-Zinn)

Se sei arrivato a questa pagina è perché conosci la sofferenza. Soffrire il dolore fisico è abitare in un luogo scuro, che rabbuia la nostra vita, le toglie luce, energia e come uno tsunami travolge le varie sfere della nostra esistenza: 

Eppure, indipendentemente dalla sua causa, nel dolore interviene sempre una dimensione psicologica: che è la relazione che abbiamo noi con il dolore. Questo significa che diventa interessante conoscere e osservare i propri pensieri, emozioni e comportamenti che ruotano attorno al dolore, perché questi sì possono fare la differenza, possono essere osservati e  chissà anche modificati. Infatti, i nostri pensieri, le nostre emozioni e i nostri comportamenti relativi al nostro dolore possono avere un impatto positivo o negativo sul dolore stesso.

Contattami

per qualsiasi informazione...